mercoledì 14 settembre 2011

Torta allo yogurt con pepite di cioccolato bianco- Diane Arbus, la fotografa della parte oscura


Eccoci tornati dopo una lunga pausa estiva su un'isola sperduta nell'Adriatico. L'isolamento era totale: niente macchine, niente motorini, niente negozi di souvenir, niente di niente, solo mare e fichi, capre e sardoni. Oltre agli infiniti bagni, ci sono state anche infinite letture. E tra le tante vi cosiglio un libro interessante su una grande fotografa americana, anzi direi la più grande fotografa americana: "Diane Arbus. Vita e morte di un genio della fotografia". Le sue foto, di freaks, prostitute, trans, diversi, hanno raccontato meglio di tantissime parole il mondo sotteraneo e nascosto di N.Y.C. e hanno cambiato completamente il modo di fare fotografia. La prima volta che ha esposto alcune sue foto, la gente indignata ci sputava sopra. Una delle sue foto più famose ha ispirato Kubrick  nel tratteggiare il volto inquietante delle gemelle in Shining.



Il volto identico ma allo stesso tempo diverso delle gemelle ci inquieta, ci mostra la parte oscura che in noi cerchiamo disperatamente di occultare, Diane Arbus aveva, con le sue foto, la capacità di mostrarci sempre l'inquietante, quello che non vorremmo vedere. Una sua grande maestra e anche grande amica  è stata una fotografa di cui io non sapevo assolutamente nulla e che mi ha fatto un grande piacere scoprire: Lisette Model
Le sue foto come quelle di Diane Arbus vanno alla ricerca dell'umanità diversa, cercano lo straordinario nell'ordinario. In questo suo autoritratto vediamo che cerca di cogliere non il bello ma ciò che sfugge all'umano e diventa altro.


















Di lei si diceva che faceva fotografie con tutto il corpo e anche dell'Arbus si potrebbe dire la stessa cosa; alcune  persone che sono state fotografate da lei ci dicono che saltellava, nascosta dalla macchina fotografica, sui corpi per cogliere il momento meno opportuno, la smorfia del viso, la disapprovazione...
E ora, dopo aver riempito gli occhi di immagini passiamo al corpo con una ricetta molto dolce, scovata in un blog che seguiamo sempre con molto piacere: Fragole a merenda.
Come sempre ci sono piccole modifiche ma la ricetta è quella classica del vasetto come misuratore.

Torta allo yogurt con pepite di cioccolata bianca

1 vasetto di yogurt
2 vasetti di zucchero
mezzo vasetto di olio
2 uova
3 vasetti di farina
1 vasetto di pepite di cioccolata bianca
10 grammi di lievito per dolci
un pizzico di lievito

Mescolare insieme lo yogurt, l'olio, lo zucchero e le uova aggiungere piano la farina setacciata il pizzico di sale e infine il lievito passata da un colino per eliminare i grumi.
Imburrare una teglia di 24/26 cm e infarinare versare la metà del composto, bello gonfio, aggiungere la metà delle pepite, coprire con l'altro composto e decorare con le pepite rimaste.
Infornare a 180 gradi per 30 minuti. Lasciare rafreddare e mangiarla con un bel tè bianco, leggero, leggero.

2 commenti:

  1. Le foto sono davvero emozionanti. E il tuo tortino super goloso! :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...